Referendum del 12 giugno 2022 - Voto assistito

Ultima modifica 12 maggio 2022
Gli “elettori fisicamente impediti”, I non vedenti, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità, esercitano il diritto elettorale con l'aiuto di un altro elettore che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore.
L’accompagnatore deve essere iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune d’Italia e non può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido.

Per rchiedere l'assistenza in cabina, è possibile presentare una richiesta al proprio Comune di iscrizione elettorale, per ottenere l’annotazione permanente del diritto di voto assistito mediante l’apposizione di un corrispondente simbolo sulla tessera elettorale.

La richiesta può essere presentata dall'elettore stesso oppure da un parente/delegato utilizzando i seguenti moduli:
 
L'istanza dovrà essere corredata dalla certificazione sanitaria attestante l'impossibilità dell'elettore di esercitare autonomamente il voto. I certificati sono rilasciati dall'Asst di Cremona previo appuntamento da fissare contattando il numero 0372/408603 dalle ore 8:30 alle ore 12:00 o scrivendo una mail all'indirizzo medlegale.cremona@asst-cremona.it entro il 11/06/2022.

L'impedimento fisico, in ogni caso, deve essere riconducibile alla capacità visiva dell'elettore oppure al movimento degli arti superiori, essendo escluse le infermità che influiscono sulla sfera psichica dell'elettore.

Coloro che siano in possesso di libretto nominativo rilasciato dal Ministero dell'Interno in favore di ciechi civili per cecità assoluta ovvero siano titolari di tessera elettorale su cui è già stato apposto il timbro per il diritto di voto assistito non necessitano di alcuna certificazione medica.